1496 Appunti di storia (vivente)

Progetto Bivio

P

Questo articolo è stato reso possibile da Flavia.

Mi piace parlare di progetti in rete, per lo più sconosciuti o poco famigerati nel luogo dove vivo, ma quello di oggi è veramente una perla rara.


Parlo di BIVIO, meglio conosciuto come acronimo di BIblioteca VIrtuale On-line, un progetto tutto italiano sviluppato presso la Scuola Normale di Pisa a mezzo di prestigiose collaborazioni nazionali ed internazionali come Harvard University e la Fondazione Monte dei Paschi di Siena.
Citando dalla biografia del progetto,

Lo scopo è quello di orientare ricerche filosofiche, storiche, storico-artistiche, filologiche alla costituzione di una biblioteca virtuale on line, capace di offrire testi rari nelle edizioni e traduzioni più significative, rese consultabili da adeguati sistemi informatici, garanti di ricerche a vari livelli, dai più semplici, come frequenze di parole, ai più sofisticati in grado di interrogare il contenuto.

Su questo punto siamo ancora molto in là da venire. Da una esperienza utente devo dire che la navigazione è ancora del tutto primitiva, così come lo sviluppo del paragrafo accessibilità sulla lavagna del web-dev di turno.
È possibile interrogare il database attraverso dei percorsi di letture consigliate predefiniti (piuttosto generici) o navigando (scomodamente) per autore. Mi spiace dare un giudizio così negativo su questo aspetto di BIVIO, ma, d’altronde, siamo abituati a ben più complessi software.
La sezione di ricerca avanzata cerca di compensare alla mancanza di accessibilità, ma presenta ampi margini di miglioramento, ad esempio innestando una ricerca per argomenti sfruttando una indicizzazione umana dei contenuti.
Una volta fatta l’abitudine con queste caratteristiche, l’unico limite alle potenzialità di questa bibloteca (tuttora incredibilmente più efficiente di una biblioteca cartacea) sono date dalle sue dimensioni. Mi auguro continuerà a crescere andando ad inglobare sempre più testi e più particolareggiati!
Incredibilmente ricca e degna di nota è la sezione di letture suggerite dal sito. Merita uno sguardo.

Riguardo l'autore

Gabriele Omodeo Vanone
Gabriele Omodeo Vanone

Software Engineer prestato alla ricostruzione e alla ricerca storica. Appassionato di XV secolo milanese, fondatore di 1496, membro della Compagnia d'arme del Carro di Solza

Commenta

1496 Appunti di storia (vivente)
1496 è un taccuino di appunti sulla storia e sulle potenzialità della ricostruzione storica e sul XV secolo italiano.
Hai già visitato il nostro Archivio?

Argomenti

Su questo sito internet sono utilizzati strumenti proprietari o di terze parti che archiviano piccoli files (cookies) sul tuo dispositivo. I Cookies sono comunemente impiegati sia per il corretto funzionamento di un sito internet (cookie tecnico), per generare statistiche di utilizzo (cookie statistici) e per migliorare le proposte pubblicitarie (cookie di profilazione). L’utilizzo dei cookies tecnici è libero, ma tu hai il diritto di scegliere se abilitare o meno cookies statistici e di profilazione.