Recensione: Il guerriero, l’oplita, il legionario

Vi presento “Il guerriero, l’oplita, il legionario” di Giovanni Brizzi (curriculum), edizioni Il Mulino, Bologna 2009.

Il testo, circa 250 pagine, formato tascabile paperback, è un ricco saggio sulla storia della guerra in epoca classica. Ricchissimo di citazioni e riferimenti, più di quanti ve ne potranno mai servire se siete solo degli amatori, ve l’assicuro, questo piccolo testo è in realtà un breviario di storia latina e correlati.

Dopo una breve introduzione, il Brizzi, autore di più di un centinaio di testi storici e curatore di una rivista storica (la Rivista Storica dell’Antichità, non più in auge), ci introduce al mondo dell’antica grecia e dei suoi guerrieri. Da qui segue, con dovizia di particolari, una panoramica evolutiva del guerriero, con interessanti approfondimenti sulle tattiche militari in relazione al tipo di equipaggiamento dei soldati ed alle filosofie sociali e religiose tipiche dei popoli e dei periodi presi in esame.

Il testo si compone di 5 parti, ognuna a sé stante. La parte prima riguarda la Grecia antica e la nascita del milite organizzato. Dalla seconda parte alle successive si parla, invece, prevalentemente di Roma (terreno in cui il Brizzi eccelle), e, con dovizia di particolari, il lettore viene accompagnato attraverso tutta l’evoluzione del corpo militare romano dalle origini all’epoca di Augusto, con incisi riguardanti la guerra con Annibale, i Parti ed altri argomenti degni di nota. Magistrale l’abilità dell’autore, che riesce a trattare di svariate formazioni militari pur trattando come argomento principale lo sviluppo di Roma.

Testo assolutamente consigliato, specie per approfondimenti.

Informazioni

titoloIl guerriero, l'oplita, il legionario
autoreGiovanni Brizzi
edizioniil Mulino
anno2009 (prima ed. 2002)
pagine238
costo13.50€ (brossura)
ISBN978-88-15-12567-5