Recensione: A capo coperto

La copertina del volume paperback dell’autrice Muzzarelli

A capo coperto, storie di donne e di veli, un lavoro di Maria Giuseppina Muzzarelli.

L’ultima volta che mi sono approcciato ad un suo libro, ci sono state scintille, e pure forti. Tanto da farmi eliminare quei pensieri che avevo aggiunto alle pagine di questo sito e da farmi ricominciare la sua lettura da capo. L’uscita di A capo coperto, finito di stampare nell’Ottobre 2016, ha suscitato fermento nel mondo della ricostruzione storica italiana, con i social network che pian piano si riempivano di fotografie di personaggi intenti a leggerlo. Per questo motivo, con un bel respiro, mi sono messo d’impegno per capire cosa ci sia da dire su questo piccolo libriccino in particolare.

Ci sono poche cose che guardo sempre nei testi che mi accingo a leggere, e, tra queste, in particolare controllo: c’è un’ampia bibliografia? Sì, A capo coperto propone numerossimi spunti bibliografici a fine paragrafo. Questo porta una pubblicazione dallo scaffale del pubblico ben più vicina allo scaffale di un ricercatore, perché è possibile tracciare una via puntellata da solide basi letterarie proprio grazie ad una bibliografia puntuale; c’è un qualche tipo di indicizzazione? Sì (e non stupiamoci: ci sono pubblicazioni prive di indicizzazione là fuori!), oltre al classico sommario è presente anche un indice dei nomi; viene seguito un filo logico? Sì, uno molto preciso, che accompagna il lettore attraverso il tempo nella ricerca dell’uso del velo in Occidente, mostrando per contrasto i temi molto attuali del velo islamico nella società contemporanea.

Infatti, argomento di questo libro è il velo, l’imposizione di portare il capo coperto, in particolar modo forte per le donne. Sono rimasto affascinato, durante la lettura, dalle decine di cose che non sapevo ed ora so. Se è vero che il motore che mi ha spinto a comprare questo libro è la ricostruzione storica, devo ammettere di essermi trovato in acque ben più profonde: fuori da una passione che non può che occupare il poco tempo libero che ho, e immerso in un viaggio nelle mie radici che ha, per ultima meta, la comprensione della situazione attuale di paura, rabbia e incertezza scatenate dalla miscela forzata di due culture che sono state vicine di casa per generazioni.

Al diavolo le finalità di questo mio libretto di appunti digitale, A capo coperto va letto, a prescindere dalla vostra occupazione, sesso, età, religione o secolo preferito.

Informazioni

titoloA capo coperto, storie di donne e di veli
autoreMaria Giuseppina Muzzarelli
edizionied. Il Mulino
anno2016
pagine214
costo16.00€ (brossura con ali)
ISBN978-88-15-26417-6