1496 Appunti di storia (vivente)

CategoriaAltri

Perché è corretto essere pigri, a volte…

La barbuta del Castello di Pavia

L

Presso i Musei Civici di Pavia, situati all’interno del Castello, è conservata una barbuta ritrovata nel 1936 nel sottotetto del castello. Di manifattura Lombarda, datata XIV secolo, si tratta di uno splendido esempio di elementi difensivi, che di seguito documento con una serie di fotografie.

(altro…)

Il fatto d’arme che si fece il terzo dì

I

Il facto d’arme che si fece il terzo dì fa, passéte con pocho ordine et obedientia, e li nostri deportarono molto vilmente e tristamente, oltre che attesero a sacchezzare li carriaggi dell’inimici; presertim li Stratioti quando dovevano attendere a fare facti d’armi. Nel conflicto si può judicare che li francesi sìano molto miliore gente delle nostre, le quali nostre gente si sono invilite e molto perdute d’animo, sebbene li nostri però non hanno avuto la peggiore. Dell’un campo e dell’altro sono morte più di 3000 persone et infiniti cavalli. La nostra è stata gran perdita per li molti capi che sono stati morti. Li Francesi sono passati el Taro, e li nostri sono restati di là dal Taro.

A scrivere è Lorenzo di Monzaniga, l’8 luglio 1495, riportando la battaglia di Fornovo dal punto di vista della Lega Italica.

Mi sono accorto di non aver scritto molto ultimamente e, in attesa di pubblicare il seguito degli appunti sulla prostituzione nel XV secolo, voglio fare il verso al delizioso Project1400 che si legge sempre avidamente. Spero non se la prendano (e non abbiano già pubblicato questo passo).

Eroine del medioevo

E

Di seguito voglio raccogliere le testimonianze di alcune importanti donne “italiane” dell’evo antico alla memoria delle quali rendo omaggio parlando brevemente della loro vita.
Non voglio far biografie, non ne ho la forza: qui di seguito ci saranno solamente spunti per curiosità e conversazioni. Buona lettura!

(altro…)

Quanta sia la ruina

Q
Un breve brano composto da M. Paolo Giovio il giovane a coronamento del paragrafo riguardante Ludovico Maria Sforza in Biografie dei Condottieri, testo conservato presso la Biblioteca Trivulziana del Castello Sforzesco di Milano.

(altro…)

Progetto Bivio

P

Questo articolo è stato reso possibile da Flavia.

Mi piace parlare di progetti in rete, per lo più sconosciuti o poco famigerati nel luogo dove vivo, ma quello di oggi è veramente una perla rara.

(altro…)

Anno Domini 1496

A

1496 è una seconda pelle.

Sono passati tanti giorni – più di un anno – da quando questo blog ha proposto nuovi contenuti, una pausa forzata che è foriera di cambiamento: nuovo titolo, nuovo autore. Niente più Unglazed Inky Dun, ora questo si chiama 1496 (nonostante il vecchio indirizzo sia ancora attivo) e niente più Daemon Painter come autore. Da qui in avanti sarò io, Gabriele, a prendere in mano il timone e a proporre nuovi contenuti.
Unglazed ha avuto una lunga storia, più di cento titoli in due anni, con diverse collaborazioni, interviste e contribuzioni. Di tutta questa storia, si sono salvati poco più di venti titoli, gli altri ritirati per inadepienza alle norme qualitative che ci si pone d’ora in avanti – e alcuni da revisionare. Di tutto quello che c’era un tempo, solo il blog rimane: niente più album su flickr, niente più tweet dal vivo, niente più pagine sui social network. Non si legga questa improvvisa chiusura come regressione, ma, al contrario, come sprone ad avere un pubblico di affezionati.

In questi giorni è morto Nelson Rolihlahla Mandela (5 dicembre 2013) e una delle sue frasi è diventata – se possibile, ancora più famosa grazie ai social network:

Education is the most powerful weapon which you can use to change the world.

Tutto quello che io personalmente ho realizzato finora, l’ho realizzato grazie all’educazione – per questo e per altri motivi voglio condividere quanto so, almeno in questo campo, tra queste righe. Sia l’educazione l’arma più potente per cambiare il mondo.

La storia

Sin dalla sua nascita, questo ricettacolo ha sempre parlato di storia, grande e piccola, senza distinzioni, e non ho intenzione di smettere. Sono già al lavoro, da questo punto di vista, e non mancheranno recensioni di libri che mi è capitato di leggere – con la speranza che siano interessanti e formativi.

La storia vivente

Con mio grande stupore, ho scoperto che applicarmi alla ricostruzione della storia del XV secolo, Italiana ed Europea, mi da grande gioia ed appagamento. Un cambio di tendenza netto con quanto accadeva precedentemente nei testi qui pubblicati: meno articoli dedicati alle manifestazioni e più articoli dedicati all’archeologia sperimentale. Imparare a realizzare e costruire oggetti del passato, vederli rivivere, è una sensazione meravigliosa che deve essere celebrata – ed anche una forma di artigianato non lucroso, dove la qualità del prodotto finale è destinata a soddisfare solamente il proprio ego e, pertanto, di valenza maggiore.


Vedi anche:

1496 Appunti di storia (vivente)
1496 è un taccuino di appunti sulla storia e sulle potenzialità della ricostruzione storica e sul XV secolo italiano.
Hai già visitato il nostro Archivio?

Argomenti

Su questo sito internet sono utilizzati strumenti proprietari o di terze parti che archiviano piccoli files (cookies) sul tuo dispositivo. I Cookies sono comunemente impiegati sia per il corretto funzionamento di un sito internet (cookie tecnico), per generare statistiche di utilizzo (cookie statistici) e per migliorare le proposte pubblicitarie (cookie di profilazione). L’utilizzo dei cookies tecnici è libero, ma tu hai il diritto di scegliere se abilitare o meno cookies statistici e di profilazione.